Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
persona-danneggiata-dopo-incidente-stradale

L'assicurazione RCA, obbligatoria per ogni veicolo in circolazione, serve a coprire i danni causati dal proprio veicolo assicurato a terzi.

A seguito dell'accadimento di un incidente stradale, eventuali trasportati o coinvolti nel sinistro hanno diritto a richiedere il risarcimento alla Compagnia Assicurativa di chi è responsabile dell'evento. Se sei il conducente dell'auto e hai la garanzia "Infortuni al conducente" attivata in polizza, sappi che anche tu hai diritto a richiedere il risarcimento alla Compagnia assicurativa.

La RCA copre quindi qualsiasi danno causato a terzi dal proprio veicolo.

Se sei qui, evidentemente sei stato coinvolto in un incidente stradale e cerchi risposte su come comportarti per richiedere il risarcimento alla Compagnia assicurativa di controparte. Ti dirò subito che non è un procedimento facile, soprattutto considerando l'entità della somma da richiedere. Ma andiamo per ordine.

Chi ha diritto al risarcimento dei danni fisici e materiali subiti in un incidente?

Coloro che possono avanzare pretese di risarcimento per i danni fisici e materiali subiti a seguito di incidente stradale, sono tutti i terzi non trasportati dal veicolo responsabile, tra cui ciclisti e pedoni. I trasportati, quindi le persone che sono a bordo del veicolo del responsabile, hanno diritto al risarcimento solo per i danni fisici riportati.

Sono previste situazioni in cui il risarcimento può essere ridotto?

Il risarcimento dei danni può essere ridotto se vengono rilevati alcuni comportamenti omissivi del danneggiato. Per esempio, la mancanza di allaccio delle cinture di sicurezza oppure il non aver indossato il casco quando si era in moto.

Quali sono le tempistiche da rispettare per aver diritto al risarcimento?

Secondo il nostro ordinamento, il diritto al risarcimento si prescrive in due anni. Se il fatto è considerato reato per cui vi sono delle lesioni colpose, il diritto si prescrive in cinque anni. Dunque, considerando le lente procedure burocratiche, se si vuole ottenere il risarcimento più alto e giusto possibile, occorre attivarsi per tempo. Il rischio è quello di dover essere costretti ad accettare una somma di danaro molto più bassa rispetto quella cui si ha diritto. A questo punto, se sei tra i casi che necessitano di ricevere assistenza dopo aver subito un danno fisico, è d'obbligo invitarti a comporre lo 051-0217085 oppure a compilare il seguente modulo di contatto per poter iniziare subito la procedura che ti porterà ad avere la tutela economica che meriti.

Come chiedere correttamente il risarcimento?

Per richiedere il risarcimento esistono due modi. 

Il primo è seguire il tuo assicuratore e tramite lui effettuare la richiesta di risarcimento alla Compagnia. Ovviamente, non è la figura adatta in questo momento per avanzare richieste di risarcimento superiore a quelle offerte. 

Il secondo modo è quello di scegliere altri professionisti per farsi seguire nel percorso di richiesta dei danni alla compagnia.

Normalmente in questa valutazione una persona fa anche i conti col portafoglio, evitando di doversi rivolgere a professionisti che solo per iniziare una pratica chiedono lauti compensi o spese di anticipo.

Il mio consiglio è quello di affidarti ad un'agenzia di infortunistica seria.

facebook card

Ovviamente la Tossani srl è l'agenzia più importante d'Italia, oltre ad essere quella con più storia. Contattandomi, avrai tutta l'assistenza di cui necessiti. Non ti saranno chiesti soldi di anticipo. Farai tutte le visite in modo gratuito e non avrai problemi ad interfacciarti con la struttura. La Tossani mira ad ottenere per i suoi assistiti il risarcimento più alto possibile.

La parcella sarà chiesta solo a risarcimento ottenuto. Nel caso in cui non si dovesse ricevere alcun risarcimento, la Tossani non pretenderà nulla dall'assistito.